Skincare coreana: i 10 step

Ciao ragazze!
E’ da un bel pezzo che non faccio un post; purtroppo il rientro dalle ferie è stato traumatico, pieno di influenza e quanto mai caotico.

Chi va negli Stati Uniti, solitamente, torna a casa con valanghe di make-up di brand americani da noi introvabili; chi invece, come me, ha un po’ la fissazione del sud-est asiatico, torna a casa con valanghe di maschere e un’insana voglia di rivoluzionare la propria skincare quotidiana.
Ecco perché, complice anche il cambio stagione, mi sono letteralmente fiondata a “studiare” e spulciare su internet in merito ai famosi 10 step della skincare coreana 🙂
La mia pelle, non presenta grosse problematiche, ma da qui a definirla “la-pelle-che-vorrei” ne passa. Soffro molto i cambi di stagione, le scelte alimentari a volte “sbagliate” (leggi: dolci, caramelle, gelati…) e quel “meravigliooooooso” periodo mensile di noi donne. Stress, smog e freddo la segnano molto e spesso mi vedo “spenta”, con un bel colorito “sorcio” e qualche brufoletto.
Appena ho cominciato a documentarmi in merito, mi sono detta che fare ogni giorno 10 step la mattina e 10 la sera per la cura della pelle era da pazze. O meglio, l’espressione che mi è uscita è stata “ma queste non hanno una fava da fare dalla mattina alla sera?!”. Invece ho capito che, alla fine, non è una routine impossibile da seguire, e soprattutto, cosa molto importante, è una routine “modulabile” e, in quanto tale, adattabile a tempo ed esigenze di ognuna. Certo, non è sicuramente la classica combo “sapone+crema e via libera!” però sono sicura che, così come ho notato miglioramenti utilizzando in passato prodotti specifici (maschere, sieri, scrub..) aggiungendoli alla mia routine quotidiana (veramente basica!), possa essere davvero “one-step-forward” per quanto riguarda l’aspetto del viso.
Altro piccolo problema che può sorgere: i prodotti. Quelli coreani non sono sempre facilmente reperibili, alcuni sono costosissimi. Come fare quindi?
Vi riassumo i famosi 10 step, per chi non li conoscesse e vi associo qualche prodotto che è facilmente reperibile anche da noi (o via internet) e che non costa un rene.

STEP 1 – Pulizia con struccante a base oleosa (Oil Cleanser): l’utilizzo dell’olio al posto del latte detergente permette di struccare molto più in profondità ed in maniera dolce, togliendo impurità e trucco senza sfregare. Io sto utilizzando un olio eubiotico di Sice (reperibile in alcuni centri cosmetici e davvero validissimo, sebbene costoso. A me l’hanno regalato, fortunatamente) ma anche Sephora ha nella sua gamma skincare un olio struccante che ha buone recensioni per la modica cifra di € 9,90 (190 ml). Basta metterne qualche goccia sul viso e massaggiare sul trucco fino a che non sembrerete Courtney Love a fine concerto. Poi con l’acqua massaggiate nuovamente e l’olio si trasformerà in un latte che porterà via la faccia di Courtney per ridarvi la vostra, ma meglio.
SICE > http://www.siceubiotica.it/detergenti-viso
SEPHORA >http://www.sephora.it/Trattamenti-Viso/Struccare-e-Detergere/Viso/Super-olio-struccante-Olio-di-cotone/P2471116?skuId=340122&LGWCODE=340122;93045;3577&cm_mmc=rtg_datafeed_crt_66710_produits_300x250__0214

STEP 2 – Pulizia con detergente (Foam Cleanser): questo passo, il secondo della fase “struccaggio” prevede l’utilizzo di un detergente che “faccia schiuma”. Potete quindi utilizzare anche un buon sapone, come ad esempio quello di Aleppo con olio d’oliva e alloro, di marsiglia, di cocco o mandorla. Quindi in questo passaggio potete sbizzarrirvi, adattando il detergente che la vostra pelle sopporta meglio. Io consiglio il detergente rivitalizzante di Kiehl’s alla Calendula, che pulisce ma idrata (skincare coreana = IDRATAZIONE CONTINUA!).
KIEHL’S > http://www.kiehls.it/viso/per-categoria/detergenti
SAPONE DI ALEPPO (NAJEL) > https://www.ecco-verde.it/najel/sapone-di-aleppo

STEP 3 – Esfoliante: dimentichiamoci gli scrub di quando eravamo ragazzine, quelli aggressivi che arrossavano la pelle, quelli che sfregavamo come ossesse sui brufoli perché speravamo scomparissero magicamente. La parola d’ordine nei passaggi di skincare coreana è: dolcezza. Tutto si tampona, si lascia asciugare, si picchietta. Niente sfregamenti, niente carta vetrata. Io sto utilizzando lo
scrub di Natura Siberica, e poi quando sarà finito proverò lo scrub leggero della Omia. C’è anche da dire che se siete brave “pozioniste” potete anche crearvelo in casa con pochi ingredienti.
Ovviamente “scrubbare” la pelle ogni giorno non è per nulla consigliabile, quindi questo step si può tranquillamente effettuare 2 volte la settimana.
NATURA SIBERICA > http://www.bioemporionatura.it/Natura-Siberica-Exfoliating-Face-Scrub
OMIA > http://www.omialab.it/omia-linea-eco-biologica-prodotti-cosmetici-naturali-viso-corpo-capelli-aloe-vera/omia-linea-eco-biovisage-cura-trattamento-viso.php?cat=3&pr=1

STEP 4 – Tonico: e qui tirerete un sospiro di sollievo! Uh, che fortuna, finalmente un passaggio che solitamente faccio pure io… No. Perché i nostri tonici spesso sono astringenti (alcool, aiuto!), servono per minimizzare i pori, per “chiudere la pelle”. (Ho in mente una blogger famosa che in un video ha detto “se si vuole risparmiare sulla skincare si può anche eliminare il tonico e… passarsi sul viso acqua gelata!” Si. Certo.) I tonici coreani sono IDRATANTI e CALMANTI. Quindi non servono per opacizzare, asciugare il sebo in eccesso, bensì sono un ulteriore step per idratare la pelle. Non è facile trovare tonici idratanti però ne ho scovato qualcuno che può fare al nostro caso. Il tonico di Omia alla mandorla oppure o famosi tonici di Lush che sono tutti e tre molto buoni. Io ho provato Acqua di Luna e mi sono trovata benissimo e ora sto provando Omia e, ribadisco, prodotti sempre eccezionali.
LUSH > https://www.lush.it/shop/product/category/path/224_156/tonici-e-fumantine
OMIA > http://www.omialab.it/omia-linea-eco-biologica-prodotti-cosmetici-naturali-viso-corpo-capelli-aloe-vera/omia-linea-eco-biovisage-cura-trattamento-viso.php?cat=1&pr=2

STEP 5 – Essence, ovvero Essenza: più o meno qui ho cominciato ad avere sudori freddi. Che diamine è questa “essence”, a cosa serve e soprattutto, dove diavolo la trovo? L’essenza altro non è che il cuore della skincare coreana. E’ un prodotto che si pone a metà strada tra tonico e siero, ha la fluidità del tonico ma concentrato quasi come un siero. Va picchiettato sul viso fino a completo assorbimento e prepara al meglio la pelle per ricevere lo step successivo. In questo caso ho avuto più di qualche problema a trovare sul nostro mercato questo prodotto, fino a che non mi sono imbattuta nel solito, sempiterno, Kiehl’s, che propone una sua propria essenza, “Iris Extract Activating Treatment Essence” pensato per aumentare la luminosità del viso e veicolare al meglio il siero che verrà messo successivamente. Il prezzo vi sembrerà alto ma vi assicuro che il flacone è da 200 ml e dura mezza vita. Ci viene in contro anche internet, in questo caso, in quanto ho scoperto che Innisfree è una marca di skincare coreana reputata buona, con prezzi ragionevoli, e che spedisce abbastanza velocemente anche in Italia (provato!). Tra i loro numerosi prodotti pare sia molto rinomata l’essence al tè verde e menta.
KIEHL’S > http://www.kiehls.it/viso/per-categoria/tonici/iris-extract-activating-treatment-essence
INNISFREE > http://www.innisfreeworld.com/product/productView.do?prdSeq=10827&eventSeq=0&catCd01=UC

STEP 6 – Siero / Ampoule: Questo è il passaggio che, sicuramente, potete personalizzare di più. Si possono provare sieri illuminanti, astringenti, idratanti, leviganti… potete veramente sbizzarrirvi. Di sieri se ne trovano a bizzeffe anche da noi, che poi siano effettivamente validi, questo è solo da provare. Io ne ho cambiati molti e pochi sono quelli che reputo validi. ps: da ottobre Kiehl’s nei suoi punti vendita propone sieri “personalizzabili”, ovvero, fate un’analisi della vostra pelle e vi fate consigliare e “costruire” il vostro siero ad hoc. Vi lindo il famoso siero al tè verde di Innisfree con il quale mi sto trovando benissimo (lo utilizzo di giorno) e quello di Biofficina Toscana Purificante, che utilizzo di sera.
INNISFREE> http://www.innisfreeworld.com/product/productView.doprdSeq=10001&eventSeq=0&catCd01=UA
BIOFFICINA TOSCANA > http://www.biofficinatoscana.com/prodotto.php?pid=33

STEP 7 – Sheet Mask, ovvero le famosissime maschere di stoffa. Vengono lasciate dai 20 ai 40 minuti in posa e poi non vanno assolutamente lavate via, ma il prodotto che rimane bava massaggiato sul viso in modo da favorirne l’assorbimento. Anche qui, devo dire la mia: le maschere di questo tipo si stanno diffondendo a macchia d’olio anche qui da noi. Ne potete trovare di tutti i tipo, per tutti i gusti, ma di valide, per me, poche. Le migliori che ho provato sono sicuramente quelle che mi è capitato di prendere in Asia. Fortunatamente, alcune possono essere acquistate su amazon (ad esempio le TonyMoly, che però non ho mai provato) o da Innisfree.
Vi lascio il link alla pagina dove sono inserite tutte le maschere di stoffa perché questo è un altro step che va assolutamente adattato ad ogni esigenza.
INNISFREE SHEET MASK > http://www.innisfreeworld.com/product/productList.do?catCd01=UA&catCd02=UAEE&catCd03=UAEEBB

STEP 8 – Contorno occhi: questo è un prodotto reperibile ovunque, del quale, ahimè, è difficile trovarne di davvero validi, che idratino molto ma contemporaneamente non facciano “scivolare” il trucco. Io mi sono letteralmente innamorata del contorno occhi di Setarè, di cui spero di poter fare una recensione a brevissimo. Vi lascio qualche link dei miei preferiti.
SETARÉ > http://setare.it/7-viso
KIEHL’S > https://www.birchbox.com/shop/kiehls-abyssine-eye-cream
BENEFIT COSMETICS > http://www.sephora.it/Trattamenti-Viso/Idratare-e-Nutrire/Contorno-occhi/It-s-Potent-Eye-Cream-Crema-Illuminante-Occhi/P610017

STEP 9 – Idratante: idratare, idratare, idratare come non ci fosse un domani. A questo punto, si apre un ventaglio di opportunità enorme e adattabile oltre alle pelle di ognuna, anche al momento dell’anno, alle esigenze specifiche, diversificata tra crema giorno e crema notte. Trovate la vostra e sbizzarritevi. Io, come al solito, vi linko le mie preferite, a attendo di sapere le vostre.
SETARE > http://setare.it/7-viso
INNISFREE > http://www.innisfreeworld.com/product/productList.do?catCd01=UA&catCd02=UABB&catCd03=UABBBB
KIEHL’S > http://www.kiehls.it/viso/esigenze-di-bellezza/idratazione-e-protezione

STEP 10 (finalmente!) – Protezione solare: qui io alzo bandiera bianca, lo ammetto. Non ho proprio voglia di mettere, oltre alla crema, anche il sun-screen. Però, ahimè, è un passaggio molto importante ed irrinunciabile per le coreane. Quindi… che dire? mi armerò di pazienza e proverò 🙂 Ho visto che Kiehl’s ne ha parecchi e anche Innisfree quindi se proverò, vi saprò dire.
Chiaramente questi 10 step io li faccio solamente la sera, la mattina invece cerco di essere più “spiccia, ovvero: detergente schiumogeno (utilizzato con la spugnetta in konjac, così effettuo un leggero scrub) + tonico + essence + siero + contorno occhi + idratante viso. Inoltre la maschera la faccio solamente 2/3 volte a settimana, lo scrub 2. Credo che di più sarebbe un sensibilizzare troppo la pelle. Ma è una mia teoria e.. sono aperta a tute le vostre esperienze e suggerimenti!